//
stai leggendo...
Documenti

“Near collision” tra un A320 e un UFO

I fatti sarebbero avvenuti 19 luglio 2013 (potete leggere il tutto da pagina 87 del rapporto realizzato dall’agenzia di sicurezza aerea che dipende dall’autorità dell’aviazione civile britannica). Quel giorno, quando il suo velivolo si trovava all’altezza dell’aeroporto di Heathrow, un pilota di un A320 sarebbe stato testimone dell’avvistamento di uno spettacolare fenomeno.

Mentre guardava attraverso un oblò laterale situato accanto al suo sedile, un fenomeno aereo inspiegabile si sarebbe manifestato. Secondo il racconto del testimone, si sarebbe trattato di un oggetto oblungo, dalla forma di un sigaro o di una palla da rugby, metallico e lucente. Evoluente ad un ritmo serrato, l’UFO avrebbe rappresentato una minaccia di collisione con l’Airbus.

EFFETTO SORPRESA

Senza attendere un attimo, il pilota modificò bruscamente la traiettoria del suo aereo per evitare l’impatto. Le cose si svolsero molto rapidamente. Il copilota rimase sorpreso e pensò che il velivolo stesse avendo un’avaria. Il pilota gli domandò: “hai visto? ” Ma lui rispose: “visto cosa?“. Ci fu dunque un solo testimone della presunta apparizione.

Le autorità aeronautiche furono rapidamente informate dell’incidente, e il responso fu quello di uno strano fenomeno: nessun velivolo fu identificato sulle letture dei radar nella zona al punto menzionato. Nessun pallone meteorologico fu segnalato nella zona.

L’unica spiegazione razionale sarebbe quella di una perturbazione della vista del pilota provocata dai riflessi del sole.

ALLUCINAZIONE O UFO?

A causa della mancanza di elementi probatori, il caso fu archiviato senza ulteriori indagini. Tuttavia, qualche dubbio sussiste, in special modo perché il testimone è considerato attendibile. Inoltre, il fenomeno che ha descritto corrisponde precisamente alle testimonianze segnalate in passato da altri piloti di aerei civili o militari.

Tuttavia, la confusione è ancora frequente. Nel mese di dicembre 2012, un pilota di un A320 era convinto di aver evitato un UFO sopra Glasgow, quando poi si scoprì che si trattò di uno squalo gonfiabile telecomandato.

Traduzione e adattamento a cura di Antonio De Comite tramite Google Translation.

Fonte articolo (link)

Fonte documento (link)

AIRPROX 1

AIRPROX 2

AIRPROX 3

Annunci

Discussione

Un pensiero su ““Near collision” tra un A320 e un UFO

  1. Uno squalo gonfiabile radiocomandato ????
    Un pilota di linea che va’ nel panico isterico e comincia virate pazze per un riflessino sul cruscotto di volo causato dal sole ???
    Basta,non se ne puo’ piu’ di certe scemenze,non le pubblicate nemmeno piu’.
    Tanto vale pubblicare che un automobilista e’ stato seguito da due luci misteriose materializzate a pochi metri dal cofano per tutta la notte,e solo al giungere dell’alba ha capito che erono i fari della propria auto !
    Proprio in questo momento nel mio salotto e’ apparso un ufo sul soffitto,per fortuna le autorita’ che ho appena chiamato, dopo un rapido sopraluogo mi hanno informato che la luce misteriosa che ho visto si chiama lampadario.
    Veramente non se ne puo’ piu !
    ecco perche’ da ricercatore indipendente dopo piu’ di 20 anni ho preso tutti i libri le riviste ufo
    che possedevo e l’intero archivio e ho portato tutto in cantina.
    Ne riparliamo tra cento anni,quando avranno esaurito tutte queste scuse idiote.

    Daniele

    Pubblicato da Daniele | 26 dicembre 2013, 7:28 pm

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Archivi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: