//
stai leggendo...
ARTICOLI

L’ufologia è morta, viva l’ufologia

Parafrasando la frase della vecchia monarchia francese “Il Re è morto, viva il Re“, si potrebbe dire: “L’ufologia è morta, viva l’ufologia“.

Recentemente sono stati divulgati, da alcuni appassionati della tematica, dei dati che fanno pensare, prelevati direttamente da Google, su un calo di interesse nei motori di ricerca della parola UFO. Un calo pauroso, una curva ormai discendente verso il baratro che significa una sola cosa: la gente è stufa dell’ufologia e delle “non novità“.

Fino a pochi anni fa, come sappiamo, l’interesse era al top, forse in previsione della bufala della “fine del 2012“, ma anche perché le periodiche declassificazioni da parte di enti militari di mezzo mondo avevano fatto sperare nell’ennesimo “disclosure“, che sembrava essere stato “certificato” da vari personaggi, più o meno attendibili, tra i quali qualcuno aveva pure l’ardire nell’affermare che “la presenza extraterrestre intelligente sulla Terra fosse stata provata scientificamente“. Peccato che non sia così.

Google

Queste speranze avevano comunque riacceso, per così dire, il motore dell’interesse per l’ufologia, tematica che non ha nulla a che vedere con gli extraterrestri, ma che per molti addetti ai lavori, o semplici appassionati, era (ed è ancora per alcuni) un connubio (errato) perfetto.

Ciò ha ricreato il proliferarsi di credi, di fideismi, di attese messianiche per i “salvatori alieni” o di incubi (al momento improbabili) di invasioni extraterrestri, una miscela esplosiva che ha definitivamente distrutto quel buono che l’ufologia scientifica (se di scientifico c’è qualcosa) aveva creato con difficoltà negli anni.

Quindi, c’è stata la mazzata finale per una materia ormai in stato comatoso. Non c’è bisogno di riesumare dicerie su incontri tra alieni e presidenti americani per ritornare a respirare un pò. Ciò può andare bene per i meno preparati, ma oggi con l’informazione che gira su internet anche un cosiddetto “inesperto” in ambito ufologico può trovare la risposta che trova. Basta saper cercare e viene trovata in pochi minuti.

L’ufologia è morta, ma viva l’ufologia perché fino a qualche decennio fa aveva fatto sperare per un reale “cambio di paradigma“, ossia la trasformazione da “pseudoscienza” a scienza a tutti gli effetti. Ma gli attori non erano – ahimé – quelli adatti.

Magari per davvero ci sono astronavi extraterrestri qui tra di noi, io ne sono pure convinto, ma la mia è una “prova aneddotica“, non una tanto decantata “prova scientifica“.

R.I.P. cara ufologia.

Annunci

Discussione

Non c'è ancora nessun commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Archivi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: