//
stai leggendo...
Documenti

Ufologia seria: seminario di studi a Parigi

I giorni 8 e 9 luglio 2014, il CNES ha riunito a Parigi scienziati e ufologi per un seminario sui metodi e gli strumenti utili a migliorare il CAIPAN (Collecte et l’Analyse des Informations sur les Phénomènes Aérospatiaux Non-identifiés). Questo incontro internazionale ha permesso per la prima volta di associare l’esperienza di associazioni ufologiche nella ricerca in psicologia e astronomia, così come la valutazione della Gendarmeria nazionale e l’aeronautica militare francese.

Gli obiettivi del seminario CAIPAN

Dedicato allo studio dei PAN (Phénomènes Aérospatiaux Non-identifiés), creato dal CNES (Centre national d’études spatiales) al suo interno, il GEIPAN (Groupe d’Etude et d’Information sur les Phénomènes Aérospatiaux Non-identifiés) ha analizzato centinaia di testimonianze e di rapporti d’osservazione di PAN. Nella stragrande maggioranza è risultato essere un materiale scientifico fragile: testimonianze singole o in piccoli numeri, un ritardo significativo tra l’osservazione e la testimonianze, poche fotografie o di bassa qualità… Al fine di migliorare nello studio delle probabili origini di questi fenomeni, il GEIPAN ha organizzato questo seminario per cercare in primis di consolidare le informazioni disponibili attorno alle osservazioni di questi PAN.

Gli specialisti presenti

Pioniere in materia di PAN, il CNES ha potuto riunire per la prima volta degli scienziati di alto livello (Jérémie Vaubaillon, Observatoire de Paris, Jacques Py, professore in Psicologia, Thomas Rabeyron, docente in Psicologia…), dei rappresentanti della Gendarmeria nazionale e dell’aeronautica militare francese, degli specialisti riconosciuti nel campo dell’ufologia (Richard Haines, Jacques Vallée, Bertrand Méheust, Ron Westrum…) e un centinaio di persone che coprono un ruolo determinante nel mondo della ufologia mondiale, dimostrando così l’importante contributo dell’approccio multidisciplinare per analizzare questo problema complesso. Per questo lavoro di riflessione, il GEIPAN ha invitato persone influenti di varie associazioni ufologiche ad intrattenere dei rapporti stretti di collaborazione. I partecipanti si sono impegnati a consolidare queste riflessioni in incontri successivi.

Atti recensiti del seminario CAIPAN

Diverse aree di perfezionamento sono state esplorate durante il corso di studio per migliorare la qualità dei dati scientifici utilizzabili:

Le tecniche di audizione dei testimoni possono essere ispirate da quelle utilizzate dalla gendarmeria e la polizia oppure da quelle che vengono applicate per le testimonianze di fulmini, un altro fenomeno raro e che turba i testimoni. L’analisi delle foto attraverso strumenti specializzati che permettono di verificare l’autenticità e contraddistinguere gli oggetti osservati. La condivisione di database di dati di casi d’osservazione di PAN, proveniente da varie fonti, potrebbe permettere degli studi generali o specialistici su questi fenomeni, attraverso ricercatori in scienze esatte, in scienze sociali o attraverso gli ufologi. Le osservazioni di PAN possono essere correlate con i dati forniti attraverso sistemi di sorveglianza automatica: telecamere di rilevamento dei bolidi (caduta di meteoriti) della rete FRIPON o attraverso telecamere d’osservazione di aurore boreali, sistema radar militare di sorveglianza dell’aria e dello spazio. Le recenti scoperte in psicologia applicata permettono di tirare il meglio dalla testimonianza umana, in primo luogo aiutando il testimone a meglio esprimere ciò che ha in mente, in secondo luogo discernere dal racconto le informazioni più affidabili.

Il GEIPAN pubblicherà gradualmente sul suo sito tutti i documenti presentati. Di seguito potete vedere il programma del seminario proposto.

Programma

LE METODOLOGIE DELLE INDAGINI SUL CAMPO

Sessione orale

– Useful research methods for aircrew and air traffic controller UAP sighting (Metodi di ricerca utili per equipaggi e controllori del traffico aereo in caso di avvistamento UAP), Richard F. Haines, NARCAP.

– L’investigation ufologique, chronique d’une mutation (L’indagine ufologica, cronaca di una mutazione), Gilles Munsch, ingegnere, ricercatore GEIPAN.

– Expertise qualitative et caractérisation quantitative de rapports officiels d’observation de phénomènes aériens tenus pour non identifiés en France (1951-1979) (Valutazione qualitativa e caratterizzazione quantitativa dei rapporti ufficiali d’osservazione di fenomeni aerei ritenuti non identificati in Francia (1951-1979), Jean-Pierre Rospars, esperto GEIPAN.

– Technique d’audition des témoins lors des cas d’observations de foudre en boule (Tecnica d’audizione dei testimoni nei casi di osservazione di fulmini globulari), Philippe Ollier, Laboratoire de la Foudre (Laboratorio del Fulmine).

– Le témoignage de la Gendarmerie (La testimonianza della Gendarmeria), F. Thomas, Gendarmerie Nationale (Gendarmeria Nazionale).

– Optimiser le recueil des témoignages de phénomènes aérospatiaux non-identifiés grâce à un entretien cognitif modifié pour une utilisation sur Internet (Ottimizzare la raccolta di testimonianze di fenomeni aerospaziali non identificati attraverso un colloquio conoscitivo modificato per l’uso su internet), Jacques Py, professore di Psicologia, Université Toulouse 2 (Università di Tolosa 2).

– Prise en compte des composantes sonores dans l’analyse des témoignages de PAN (Tenuta considerazione delle componenti sonore nelle analisi delle testimonianze di PAN), Gaelle Fedoce.

– Authentification des photos /vidéos de PAN (Autenticazione delle foto/video di PAN), Antoine Cousyn e François Louange.

Sessione successiva

– Formation à distance des enquêteurs (Formazione a distanza degli investigatori), Jean-Luc Lemaire, MUFON France.

– Internet au service des enquêtes (Internet al servizio delle indagini), Jean-Marc Wattecamps, COBEPS (Comité Belge d’Etude des Phénomènes Spatiaux – Comitato Belga di Studio dei Fenomeni Spaziali).

ELABORAZIONE DI DESCRIZIONI STANDARD DI CASI D’OSSERVAZIONE

Sessione orale

– Keeping omni-comprehensive UFO databases: a cost-benefit analysis (Mantenimento di un database UFO omni-comprensivo: un’analisi costo-benefici), Edoardo Russo, CISU (Centro Italiano Studi Ufologici).

– Fondements de la future plateforme de gestion des connaissances et stratégie de travail collaboratif du GEIPAN (Fondamenti della futura piattaforma di gestione delle conoscenze e strategia di lavoro collaborativo del GEIPAN), Michael Vaillant, esperto GEIPAN.

– Base de données opérationnelle pour les phénomènes PAN (Database di dati operativi per i fenomeni PAN), Xavier Pasco, AAAF (Association Aéronautique et Astronautique de France).

– Unidentified aerial phenomena: a strategy for research (Fenomeni aerei non identificati: una strategia di ricerca), Jacques Vallée.

Sessione successiva

– La revue « Lumières dans la nuit » de Joël Mesnard à nos jours : analyse et résultats d’une base de données (La rivista « Lumières dans la nuit » da Joël Mesnard ai nostri giorni: analisi e risultati di un database), Thomas Margout, Université de Brest (Università di Brest).

– Enlèvements allégués en OVNI : un essai d’évaluation (Presunti rapimenti da parte di UFO: un test di valutazione), Claude Maugé.

– Format conteneur et meta-données ufologiques (Formato contenitore e metadati ufologici), Jean-Marc Wattecamps.

OSSERVAZIONE SISTEMATICA DEL CIELO

Sessione orale

– Surveillance opérationnelle de l’espace et des airs par l’Armée de l’air (Sorveglianza operativa dello spazio e dell’aria da parte dell’aeronautica militare), capitano Colliard, aeronautica militare francese.

– FRIPON : 100 cameras dans l’Hexagone pour surveiller le ciel (FRIPON : 100 telecamere in Francia per sorvegliare il cielo), Jérémie Vaubaillon, F. Colas, IMCCE (Institut de Mécanique Céleste et de Calcul des Éphémérides – Istituto di Meccanica Celeste e di Calcolo delle Effemeridi).

– Aspects, manifestations et classification de la foudre en boule et des phénomènes orageux lumineux transitoires (Aspetti, manifestazioni e classificazione dei fulmini globulari e dei fenomeni tempestosti luminosi transitori), Raymond Piccoli, Laboratoire de la Foudre (Laboratorio del Fulmine).

– Instruments, methods and networks of optical auroral observations in arctic (Strumenti, metodi e rete di osservazioni ottiche aurorali in artico), Sergey Chernouss, Polar Geophysical Institute (Istituto Geofisico Polare).

– The Hessdalen Phenomena : 30 years of research. Instrumentation, results, witness stories, challenges, and difficulties (Il fenomeno di Hessdalen: 30 anni di ricerca. Strumentazione, risultati, storie di testimoni, sfide, e difficoltà), Erling Strand, Ostfold University.

– Instrumented monitoring of aerial anomalies (Monitoraggio strumentale di anomalie aeree), Massimo Teodorani, SESENA University.

– Implications de la recherche instrumentale du non identifié (Implicazioni della ricerca strumentale del non identificato), Nico Conti, CIPH Hessdalen Committee.

Sessione successiva

– Unidentified aerospace phenomena and experimental strategy: methods, equipment and lessons from instrumented field studies (Fenomeni aerospaziali non identificati e strategia sperimentale: metodi, equipaggiamento e lezioni provenienti da studi strumentali sul campo), Philippe Ailleris

– Opération suricate (Operazione Suricato), Stéphane Dier, Suricate.

ASPETTI PSICOLOGICI DELLE TESTIMONIANZE

Sessione orale

– De l’importance du contexte psychologique et émotionnel lors de l’analyse de témoignages de phénomènes aérospatiaux non identifiés (L’importanza del contesto psicologico ed emotivo per l’analisi di testimonianze dei fenomeni aerospaziali non identificati), Thomas Rabeyron, docente dell’Université de Nantes (Università di Nantes).

– A propos des prétendus aspects psychologiques et sociologiques des témoignages d’observation d’ovnis (Circa i presunti aspetti psicologici e sociologici delle testimonianze di avvistamenti di UFO), Pierre Lagrange, ESAA Avignone.

– L’influence de la culture sur les observations d’OVNI (L’influenza della cultura sugli avvistamenti di UFO), Jean Michel Abrassart, IACCHOS (Institut d’analyse du changement dans l’histoire et les sociétés contemporaines – Istituto d’analisi del cambiamento nella storia e le società contemporanee).

– Impact des croyances sur les témoignages de PAN (L’impatto delle credenze sulle testimonianze di PAN), Romain Bouvet, dottore in Psicologia presso l’Università di Tolosa 2).

Tavola rotonda con J. Vallée, B. Meheust, J. Arnould, R. Westrum.

Fonte (link)

Annunci

Discussione

2 pensieri su “Ufologia seria: seminario di studi a Parigi

  1. Thanks a lot to relay this news. But the information that I work at INRIA was a mistake and has been corrected on the CNES website. Thank you to do the same.

    Pubblicato da Gaelle FEDOCE | 17 luglio 2014, 7:12 pm

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Archivi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: