//
stai leggendo...
Esobiologia

Richard Dawkins: “La vita extraterrestre dominante? Quella robotica”

In un video presentato il 21 ottobre 2014 a New York nel corso del ‘BBC Future, World-Changing Ideas Summit‘, Richard Dawkins, biologo evoluzionista noto al mondo, ha dichiarato che “è lecito ritenere che se mai avessimo un contatto con una forma di vita extraterrestre proveniente dal di fuori del nostro Sistema Solare, essa debba essere intelligente, ma come potrebbe essere questa vita extraterrestre?“.

Dawkins afferma che “si potrebbe pensare ad una chimica alternativa che non si basa su proteine e si potrebbe immaginare una biochimica che non abbia nessun DNA ma qualcosa di diverso dallo stesso DNA. Queste sono tutte quelle domande che vorrei la gente pensasse. Ci sono dei principi universali della vita“.

La selezione naturale di Charles Darwin funziona sicuramente su questo pianeta, con il carbonio che è l’unico elemento della tavola periodica che serve necessariamente affinché ci siano forme di vita biologiche, ma anche il silicio potrebbe rappresentare un’altra migliore possibilità. Infatti, è perfettamente possibile che la vita robotica che attualmente stiamo creando possa diventare la forma dominante su questo pianeta e potrebbe lasciarsi alle spalle la forma di vita basata sul carbonio che ha dato luogo ad essa“.

Quindi suppongo“, conclude Dawkins, “sia possibile che ci possa essere una forma di vita in altre parti dell’Universo che sia robotica, che sia stata originariamente creata da una forma di vita basata sul carbonio. Ciò può sembrare fantascienza, una sorta di speculazione, ma non è totalmente fuori dalla questione“. Fin qui il biologo evoluzionista.

Concludendo si può affermare quindi che l’ipotesi che molte civiltà tecnologiche extraterrestri intelligenti dominanti siano post-biologiche è stata quasi del tutto accettata da molti scienziati in ambito esobiologico (e non solo), basti pensare – tanto per citarne alcuni – a Stephen Hawking, Steven J. Dick e Paul Davies, ricercatori di primo piano in ambito scientifico. Staremo a vedere, semmai ci sarà un contatto diretto, o fortuito, se queste ipotesi siano davvero probanti.

Quanto dovremmo attendere all’evento?

Annunci

Discussione

Non c'è ancora nessun commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Archivi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: