//
stai leggendo...
ARTICOLI, UFO e misteri svelati

Un UFO scoperto in Russia? Non proprio.

L’ufologo, oltre ad essere uno studioso dedito allo studio dei rapporti UFO, dovrebbe avere una linea di condotta possibilmente esente da “facili entusiasmi” che, purtroppo, è presente in molti addetti ai lavori. Sensazionalismo che coinvolge non solo i meno esperti, ma anche tanti presunti “professionisti” che, per un “click” o un “like” in più, dimenticano – o fanno finta – che oltre ad essere degli ufologi, sono – o dovrebbero essere – dei validi ricercatori di indizi, possibilmente reali, in grado di cercare di risolvere dei misteri che, agli occhi dei meno esperti, sono inspiegati.

La ricerca UFO è ancora colma di enigmi, ma quando un fenomeno naturale viene spacciato, volutamente o meno, come “alieno” da parte anche di “addetti ai lavori” che si auto-referenziano “seri”, vuole dire che l’ufologia odierna ha smarrito il suo senso critico che la contraddistingueva fino a qualche decennio fa.

Uno di questi esempi, che ha avuto grande spazio sui mass media sia cartacei che telematici, è quello del presunto ritrovamento di un UFO, dal diametro di circa quattro metri, litico, e che ha un aspetto che ricorda quello di un “disco volante”, scoperto nella regione russa di Volvograd.

Ciò ha inevitabilmente acceso l’entusiasmo di molti, più o meno esperti, ufologi che hanno subito gridato al velivolo extraterrestre, parlando addirittura di un “drone alieno diretto su Marte e schiantatosi sulla Terra perché, danneggiandosi, è finito fuori rotta“.

Questa bizzarre affermazioni provengono da un sedicente studioso, tale Scott Waring, che su UFO Sightings Daily ha “sfornato” tutto il peggio dell’ufologia sensazionalista, affermando inoltre che la “zona ha un’alta concentrazione di tungsteno, metallo che viene utilizzato dai militari e da astronavi extraterrestri“.

Anche se per alcuni fenomeni UFO non si può escludere alcuna ipotesi, anche quella – al momento non provata in modo certo e incontrovertibile – di una origine extraterrestre o dimensionale, non è il caso dell’UFO di pietra russo.

In questo contesto ci viene in aiuto la geologia, la scienza che studia la Terra. In natura esistono molti esempi di ritrovamenti bizzarri che, a partire dall’anno 1.700 del diciottesimo secolo dopo Cristo, sono stati a lungo considerati “curiosità geologiche”. Proprio a causa di forme insolite e bizzarre, come anche composizione e dimensioni, ha provocato tra presunti addetti ai lavori una ridda di ipotesi pseudo scientifiche come, ad esempio, quella di resti e manufatti umani o extraterrestri.

Il fenomeno però non ha nulla di esogeno, è perfettamente naturale e viene denominato “concrezione“. Una concrezione, in latino concretionem da concrètus, condensato, coaugulato, è una massa di materia compatta originatasi dalla precipitazione di minerali di cemento negli spazi tra le particelle. Queste masse, che vengono ritrovate al suolo oppure in rocce sedimentarie, hanno la forma ovoidale, sferica, o a forma di disco, più o meno di forma irregolare.

Mistero quindi risolto.

Concludendo, un appello finale agli pseudo ufologi e sensazionalisti: se la prossima volta trovate un “disco volante” di pietra, accertatevi prima che abbia carrelli di atterraggio, antenne, spuntoni, oblò e finestre. Solo in quel caso, forse, si potrebbe davvero parlare di un ritrovamento eccezionale e senza precedenti. Fino ad allora, abbiate la compiacenza di stare zitti e non fare ulteriori danni. L’ufologia seria non ha bisogno di voi.

Sotto alcuni esempi di concrezione

Concrezione 1

The large outer rings of a concretion poke through the stream bed at Shale Hollow Nature Reserve August 31, 2015 near Delaware. The concretions are formed by sedimentary rock such as shale. (Dispatch photo by Eric Albrecht)

Concrezione 3

Concrezione 4

Annunci

Discussione

Non c'è ancora nessun commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Archivi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: