//
stai leggendo...
Documenti, UFO e militari

Militari dell’Australian Army osservano UFO nel 1966

La registrazione audio dell’avvistamento è contenuta nell’immenso archivio ufologico di James McDonald, coraggioso fisico statunitense che si occupò a lungo di UFO e deceduto, a Tucson il 13 giugno 1971, suicidandosi con una calibro 38.

Il caso è stato “rivelato” dal sito ‘UFOs Scientific Research” e coinvolse 23 soldati dell’Australian Army il giorno 24 aprile del 1966 del secolo scorso.

Alle ore 02:00 circa del mattino, sette carri armati ‘Centurion’ si trovavano sul poligono di tiro della base dell’Esercito sita a Puckapunyal, vicino a Seymour, circa 110 chilometri fuori Melbourne, sparando numerosi proiettili verso bersagli fissi su una collina, illuminandola a giorno.

Mentre le operazioni erano in corso, un UFO apparve alzandosi da un “terreno morto” a circa 650 metri di distanza. I carri armati smisero di sparare. L’oggetto, da terra, salì fino ad un’altezza di 18/21 metri. Poi si fermò nel cielo, oscillando leggermente sul suo asse. Era a forma di cupola, e sembrava fatto di metallo di colore bluastro.

I testimoni notarono che l’oggetto sembrava danneggiato da un lato, come “sfondato” di fianco. C’era anche una, così sembrò agli occhi dei militari, “macchia d’olio” o qualche altro fluido visibile sul lato danneggiato.

L’oggetto poi si mosse verso i carri armati, fermandosi a una distanza di circa 140 metri. Una specie di diaframma si aprì sul lato vicino dell’oggetto, simile a quello di una macchina fotografica.

A quel punto, uno dei soldati di un carro armato rivolse il cannone verso l’oggetto. Il diaframma si chiuse immediatamente e l’oggetto si allontanò sul fianco sinistro dei carri armati.

Nel suo avvicinamento massimo, le dimensioni dell’oggetto furono stimate attorno ai 12/15 metri di diametro, e la sua velocità pari a quella di un velivolo Cessna d’osservazione dell’Esercito.

Infine, l’oggetto accelerò verso ovest, ad alta velocità e scomparve alla vista. Il giorno dopo, qualcuno andò a vedere la posizione da cui l’oggetto era salito. E fu riportata la scoperta sul terreno di una depressione di un diametro di 3 metri. Inoltre, furono scoperte tracce d’olio – olio motore – probabilmente provenienti da uno dei carri armati.

Un caso questo davvero interessante e affascinante.

Annunci

Discussione

Non c'è ancora nessun commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Archivi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: