//
stai leggendo...
Esobiologia, ARTICOLI, Documenti

Seth Shostak: “Gli alieni? Macchine, impossibili da sconfiggere in caso di invasione”

Il film di fantascienza “Arrival” (n.d.r. in uscita nelle sale cinematografiche italiane nel mese di gennaio 2017), ha alimentato l’interesse della gente per la ricerca di vita intelligente e ha lasciato molti a chiedersi — Siamo davvero pronti ad incontrare una vita intelligente? Siamo pronti per l’eventualità di una invasione aliena?

Seth Shostak, un esperto del SETI (Search for Extraterrestrial Intelligence), ricercatore in prima linea nel campo della rilevazione di segnali radio provenienti da civiltà extraterrestri, ha affermato “Sì siamo pronti, ma non completamente“.

Ci sono alcuni protocolli, ma penso che definirli tali sia davvero troppo, e li fa sembrare più importanti di quelli che sono“, ha detto Shostak a ‘Live Science‘.

Shostak ha rivelato che il governo ha messo a punto dei “protocolli post-rilevamento” per i ricercatori, i quali stanno lavorando sulla rilevazione e il monitoraggio di possibili trasmissioni aliene. Tuttavia, Shostak ha detto che tali protocolli sono in realtà regole, piuttosto che piani su come dovremmo trattare con gli extraterrestri una volta che il contatto è stato confermato.

Dicono, ‘se captiamo un segnale, controllalo… dillo a tutti… ma non lo diffondiamo senza consultazione internazionale’, qualunque cosa significhi“, ha affermato. “Ma questo è tutto quello che dicono i protocolli, e non hanno la forza di una legge. Le Nazioni Unite hanno preso una copia dei primi protocolli e messo il file in un cassetto da qualche parte, e questo è ciò che di ufficiale abbiamo ottenuto“.

I ricercatori o gli scienziati sono tenuti a riportare la scoperta di segnali provenienti da alieni, ma non vi è alcuna politica governativa che indichi progetti e stabilisca le procedure nel caso in cui vi sia un contatto, per quanto si sa.

In un’altra intervista apparsa su ‘Space.com‘, Shostak ha detto che nel caso in cui ci fosse un “piano segreto” per quanto riguarda l’arrivo degli extraterrestri, non sarebbe sufficiente se gli extraterrestri arrivassero sulla Terra con motivazioni ostili o predatrici.

Sarebbe“, dichiara Shostak, “come mettere a confronto le legioni romane con la US Air Force“.

Secondo Shostak, gli alieni hanno, con ogni probabilità, la forma di macchine super intelligenti, impossibili da sconfiggere. A causa della loro intelligenza, sono riusciti a far fuori il loro corpo biologico per trasformarsi in formidabili macchine in grado di sopravvivere alle insidiose condizioni dello spazio esterno.

Tra l’altro, fa notare su ‘Daily Mail‘ che, mentre spendiamo il nostro tempo alla ricerca di alieni su pianeti fiorenti con componenti biologici, dobbiamo concentrarci su pianeti che notifichino la loro esistenza digitale.

Fonte (link)

Annunci

Discussione

Non c'è ancora nessun commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Archivi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: