//
stai leggendo...
ARTICOLI, Astronomia, Esobiologia, Misteri

Provata connessione tra esseri umani e stelle

Un gruppo di astronomi partecipanti al progetto Sloan Digital Sky Survey (SDSS), che nasce con l’obiettivo di costruire una mappa dettagliata dell’Universo, ha ottenuto prove che dimostrano che gli esseri umani e le stelle condividono gli stessi elementi chimici.

Con l’aiuto del telescopio ARC dell’Apache Point Observatory nel New Mexico (USA), dotato di strumenti che misurano lunghezze d’onda all’infrarosso, sono state esaminate circa 150.000 stelle al largo della galassia al fine di conoscere gli elementi chimici che le compongono. Attraverso l’analisi spettroscopica si è determinato che questi corpi celesti sono composti da sei elementi, tra i più comuni della vita sulla Terra, i quali costituiscono il 97 percento del corpo umano: carbonio, idrogeno, ossigeno, azoto, fosforo e zolfo (tutti conosciuti con l’acronimo mnemotecnico di CHONPS).

La luce infrarossa attraverso la polvere interstellare ci ha permesso di osservare una vasta gamma di lunghezze d’onda in dettaglio, misurando così i modelli creati da decine di elementi diversi“, ha affermato Jon Holtzman, della New Mexico State University.

Inoltre è emerso che la proporzione di ciascun elemento è differente nelle stelle e nell’uomo. Per esempio, mentre l’ossigeno costituisce il 65 percento degli atomi dell’organismo umano, solo l’1 percento è parte della massa di tutti gli elementi nello spazio che si compongono principalmente di idrogeno. I ricercatori hanno anche trovato una forte concentrazione di questi elementi nel centro della Via Lattea nella sua parte esterna.

I risultati potrebbero aiutare gli astronomi ad ottenere una nuova comprensione della struttura della galassia e confermano la “chiara connessione degli esseri umani con la galassia“, così come affermava una frase del famoso astronomo Carl Sagan:

L’azoto del nostro DNA, il calcio dei nostri denti, il ferro nel nostro sangue, il carbonio nelle nostre torte di mele sono stati creati negli interni delle stelle in fase di collasso. Siamo fatti, quindi, di sostanza stellare“.

Maggiori approfondimenti (link)

Advertisements

Discussione

Non c'è ancora nessun commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Archivi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: